HOME
HOME
il Monte Amiata
HOME
HOME

il Monte Amiata

la Val d'Orcia

paesi limitrofi

siti d'interesse ambientale

siti d'interesse geologico

le sorgenti

il fiume

Il Monte Amiata, (1738 metri s.l.m.), è il più alto rilievo della Toscana meridionale. Questo, al contrario degli altri rilievi toscani è composto da un apparato vulcanico costituito oltre alla Vetta da una serie di rilievi, Poggio Biello (m.1303), la Montagnola (m.1571), il Poggio della Pescina (1198), Poggio Pinzi (m.1135) e Poggio Trauzzolo (m. 1200), e la cima di Radicofani.
la contea con il Monte Amiata sullo sfondo
il Monte Amiata visto dall'Eremo
il Monte Amiata al tramonto
l'Amiata visto dagli impianti sportivi
Amiata in autunno
L'attuale conformazione del rilievo è stata determinata dall'attività vulcanica iniziata circa 1.500.000 anni fa e conclusasi in un periodo relativamente recente 290.000 - 180.000 di anni fa, con le colate laviche che hanno ricoperto strati di terreno più antichi già caratterizzati da una propria vicenda geologica.
I terreni avevano subito sia erosioni da parte degli agenti atmosferici, sia l'invasione delle acque del mare pliocenico, che si suppone abbia raggiunto la quota di 850 metri, e quindi, una volta riemersi avevavno mantenuto la conformazione del fondale marino pliocenico composto principalmente da sabbie ed argille, sulle quali si è depositata l'effusione vulcanica.
Il paese di Vivo d'Orcia, come tutto il territorio del comune di Castiglione d'Orcia, è compreso nell'area della Comunità Montana del Monte Amiata Senese, insieme ai comuni di Abbadia San Salvatore, Piancastagnaio e Radicofani.
L'intera montagna è ricoperta da folta vegetazione, che partendo dalla fascia del bosco a ceduo di querce, raggiunge la fascia del castagneto, e quindi dai 1000 sino alla vetta, quella del faggio. Sono inoltre presenti alcuni biotopi di rilevante interesse naturalistico (tra questi l'abetina di Vivo d'Orcia).